Come aprire un blog


(malamente tradotto da un’articolo di Wired.com)

Tornando ai primi giorni di Internet, i blog avevano bisogno di cose come uno spazio server e un nome dominio (www.tuonome.it) per non parlare di un po’ di know how. Fortunatamente con la popolarità arriva la semplicità. Ora, un blog è facile come tenere un diario di carta

Puoi scegliere un modello già pronto, e pubblicare la tua via verso la fama e il successo, in meno di 10 min. Soprattutto, gratis. Prendi questo, Gutenberg.

Questo articolo è più di un Blog, è un Wiki. Consideratelo come un blog normale. Se hai qualcosa da aggiungere, entra e modifica questa pagina (accesso all’articolo originale in inglese)

Scegliere un argomento

Ci sono già un sacco di blog sul web, e molti hanno già trovato una nicchia a questo punto, ma non lasciarti buttare giu’. Il tuo blog non sarà unico, ma la tua voce sì, quindi assicurati che il tuo blog parli di qualcosa che ti appassiona e di cui hai esperienza.

Anche se ci sono già centinaia di blogger a scrivere la stessa cosa, le voci di qualità emergono dal branco, e nuovi blog guadagnano lettori in fretta se sono ben fatti.

Scegli una piattaforma blog

Il Internet è pieno di siti che offrono blog. Con quale si va con è abbastanza arbitrario all’inizio. Tuttavia, una cosa da tenere a mente: Assicurati solo che il piattaforma che hai scelto selezionata abbia buoni sistemi di esportazione, ne caso volessi spostare i tuoi dati in futuro.

Tutti i fornitori di a seguito offrono strumenti e metodi molto simili e sistemi di esportazione decenti:

  • WordPress.com – Uno dei primi progetti  open source per i blog, WordPress è una scelta popolare per i blog di piccole e grandi dimensioni.
  • Blogger.com – ora di proprietà di Google, fornisce alcuni strumenti molto efficaci e la possibilità di ospitare il traffico, in modo da non doverlo fare te.
  • Tumblr.com – Parte blog, parte social network,  offre alcune caratteristiche extraorientata alla comunità.

Scegli il tuo servizio, apri un account come si farebbe con qualsiasi servizio web, e sei pronto a “postare”. Se sei capace di scrivere un file di testo allora sei capace di scrivere un blog, dai inizia!

Pompa il tuo blog

Ora hai un blog, prenditi un po’ di tempo per personalizzare l’aspetto del nuovo sito. La maggior parte dei provider offrono una varietà di modelli da cui si può scegliere. Scegli qualcosa che si adatta al tuo interesse.

Blogger, Vox e Xanga sono alcuni modelli progettati dalle aziende che fanno il software stesso, ed è facile trovare qualche offerta gratuita su Internet. La piattaforma blog con il maggior numero di temi (e, probabilmente, più creativi) tra cui scegliere, è WordPress. Ci sono centinaia di siti web che offrono temi per WordPress, e un gran numero di loro sono gratis o molto economici.

Suggerimento: Se vedi un tema che ti piace, scorri fino in fondo e cerca un link al disegnatore del tema o alla demo.

Una volta che sei felice dell’aspetto base del tuo blog, puo’ “truccarlo” con «widget», «freebies» , servizi aggiunti che si possono inserire facilmente e «badges» per includere social media come Facebook, Twitter etc.

Scandisci le parole! Pochissime persone visiteranno il tuo blog se non riescono a trovarlo. Inviate una e-mail ad amici e parenti. In principio saranno loro i tuoi lettori più fedeli. Quindi mandate il vostro sito ad altri siti Delicious e StumbleUpon , e cominciate a parlarne su Twitter .

Non essere timido. Approccia i blogger più popolari nel tuo campo e vedi se ti permettono di scrivere un articolo (o Post) come ospite. Loro ottengono nuovi contenuti, e ti ottieni un link al tuo sito e, potenzialmente, un bel po ‘di nuovi lettori.

Il futuro è adesso

I blog sono già veloci da creare e facili da implementare. Così veloci, che alcuni potrebbero far sì che Twitter coprirà molto di ciò che dicono i blog, ma in 140 caratteri o meno.

Tuttavia, per quelli di noi che preferiscono i blog a Twitter, i cellulari renderanno le nostre vite più facili. Blogger e WordPress già dispongono di strumenti che consentono di bloggare in movimento “postando” una foto direttamente dal telefono. Ora ci sono modelli di blog che si adattano agli schermi dei cellulari.

Perché il tuo messaggio è internazionale anche se il linguaggio non lo è, Google sta rendendo più facile internazionalizzare il tuo blog, fornendo strumenti di traduzione istantanea . In questo modo, il messaggio del tuo blog può viaggiare oltre i confini della lingua, e forse, solo forse, ti faranno essere molto più famoso in internet.

Annunci

Informazioni su Lorenzo

Creo siti web in wordpress a Roma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: